Metal Leghe mise sur l’innovation technologique

Metal Leghe conferma la sua volontà di essere una realtà produttiva all’avanguardia anche dal punto di vista della tecnologia dei macchinari utilizzati per la realizzazione dei propri prodotti e la fornitura dei propri servizi. A tal proposito, all’interno della sede produttiva, è stato installato un nuovo durometro semi-automatico digitale per eseguire al meglio le prove di durezza Brinell e Vickers, il tutto secondo le norme ASTM e ISO. Il modello scelto è LD300 realizzato da AFFRI, dotato del sistema brevettato a cella. Grazie a questa macchina, le forze vengono applicate con la massima precisione in ogni condizione di prova, eliminando problemi associati ai vecchi durometri con sistema di misurazione a pesi morti. La lettura delle impronte viene effettuata in modo automatico, tramite un microscopio elettronico. Il Durometro è conforme alle leggi ATSM E18 – ATSM E10 – ISO 6506 e misura automaticamente la durezza di trattamenti termici direttamente in produzione su stampi, valvole per Oil&Gas, tubi ad alta pressione, condotte petrolifere, impianti di gasdotti ed oleodotti, riporti di cromo duro, cromo a spessore e nichelatura elettrolitica. Con l’implementazione di questa macchina, Metal Leghe ha scelto di investire sull’innovazione tecnologica per migliorare i propri servizi.

Du Japon à Bergame, au nom de la qualité

La Japan Foundry Society Inc in visita a Metal Leghe. Dal Giappone ad Urgnano, attraverso la trasformazione delle leghe metalliche. Da sempre Metal Leghe è leader internazionale sul fronte della trasformazione delle leghe metalliche in diversi settori, dal navale all’artistico, alla produzione di trafile per gli impianti della pasta. L’alta qualità dei prodotti realizzati dall’azienda bergamasca, e soprattutto l’alto livello di tecnologie proprietarie, fiore all’occhiello di questa società, negli anni hanno permesso a Metal Leghe di viaggiare ben oltre i confini provinciali e di lavorare in tutto il mondo in diversi settori.

Lo dimostra la recente visita a Metal Leghe da parte della Japan Foundry Society Inc il giorno 22 VI 2015, con una delegazione che contava 27 membri tra tecnici e industriali. Questo incontro ha avuto grande rilevanza anche per la stampa locale, che ha potuto documentare il tutto in un articolo del 23 VI pubblicato su L’Eco di Bergamo.

Metal Leghe è Lloyd’s Register, una delle sole quattro aziende italiane ad aver ottenuto la certificazione per la realizzazione di fusioni in leghe di rame per il settore navale, una delle 69 nel mondo. Questo è solo uno dei grandi traguardi raggiunti dall’azienda di Urgano, ed è uno dei motivi che ha spinto la società Giapponese a visitare questa realtà, per condividere i propri segreti e le proprie tecniche industriali.

Grazie dunque alla sua esclusiva abilità di realizzare leghe ad hoc per ogni singola necessità, Metal Leghe sta diventando con la sua tecnologia oggetto di interesse per grandi realtà internazionali d’oltreoceano.

SCARICA IL PDF DELL’ARTICOLO PUBBLICATO SU L’ECO DI BERGAMO